BANNIO - STAFFA

  • dimensione font
Durata Distanza Difficoltà
5:30 h Km. Medio
Dislivello Dislivello a Quota a.
+m. 860 -m. 78 a. 1327
Download allegati:

Da Bannio si scende a Pontegrande per riprendere la “Strà Granda”.

 

Da Pontegrande si sale a Fornarei per bella mulattiera e poi si scende leggermente fino a San Carlo. Da qui la mulattiera costeggia il camping per poi arrivare a Battiggio. Da questa località, dove vi è una caratteristica torre (in passato punto di smistamento merci e raccolta dell’oro), si prosegue oltrepassando la cappella a portico per una strada gippabile prima e poi attraverso la mulattiera che porta a Vanzone. Si attraversa il borgo e si giunge alla chiesa del Croppo per proseguire per Canfinello. Si scende, si attraversa la strada e si entra in Borgone, si attraversa una cappella e si giunge a Ceppo Morelli. Ci si dirige poi verso Prequartera da dove, essendoci una parte del tracciato ostruito da una frana, si percorre la deviazione della strada statale fino a Campioli.

 

Si percorre un tratto della località per arrivare al ponte sull’Anza in corrispondenza della vecchia miniera d’Oro, si sale alla località Morghen e si scende al Ponte del Vaud, per proseguire su mulattiera fino a Pestarena, oltrepassando la zona della lavorazione del minerale dell’oro. Da questa località si attraversa l’Anza e ci si porta sul lato opposto per raggiungere Fornarelli da dove si sale verso la miniera della Guia e, lasciata a sinistra la mulattiera che porta a Quarazza, si arriva a Isella e da qui a Staffa (zona dei walser). Ci si inoltra in paese e ci si porta al Dorf (il borgo vecchio del 1200), da dove si sale a Pecetto.

19.1 km, 00:00:00