BIVIO per CORTACCIO - BOCCHETTA della CIMA (A) / LAGHETTI MUINO (B)

  • dimensione font
Durata Distanza Difficoltà
2:45 h Km. 5,770 Difficile
Dislivello Dislivello a Quota a.
+m. 905 -m. 0 a. 1887 m.
Download allegati:

Oltrepassando Fondomonfracchio seguendo i cartelli indicatori, dal sentiero principale (M51) che prosegue per l’alpe Ovia è ben segnalato il bivio per l’Alpe Cortaccio.

 

Il sentiero proseguendo ben visibile nella faggeta risulta in parte danneggiato dalle slavine ma costantemente riparato dai volontari che gestiscono anche le baite ristrutturate dell’Alpe Cortaccio, che presto si incontrano. La traccia prosegue ben visibile costeggiando il rio Cortaccio poi risalendo il versante fino all’ alpe Peccio dove il territorio si trasforma in ambiente d’alta quota. Il tratto successivo fino all’Alpe Bugiola è ben visibile e di ottima percorrenza grazie alla costante manutenzione, salvo alcuni guadi martoriati dalle slavine.

 

La traccia risale più ripidamente verso l’alpe Motta di vocogno e attraversa i pascoli fino all’Alpe Canva, mirabile struttura di pietra, proseguendo poi fino alla Bocchetta di Muino o con breve variante raggiunge il rifugio de CAI Emilio Greppi presso il bel laghetto di Muino.

 

Un'ulteriore variante conduce invece passando per la cappella Madonna del Rosario alla Bocchetta della Cima, svalicando direttamente sull’ampio anfiteatro della Valle Vigezzo.

SegnaviaM47

9.7 km, 00:00:00